Shutterstock Online-Shop Teaser

codice sconto Shutterstock

0 buoni sconto Shutterstock & 3 offerte per dicembre 2016

Prova gratis su Shutterstock
Abilita offerta
Funziona? 0 0
Testato
6 attivazioni
Abbonamento mensile di 25 immagini al giorno a partire da 159€ su Shutterstock
Abilita offerta
Funziona? 0 0
Testato
91 attivazioni
5 download di mmagini su richiesta a partire da 39€ su Shutterstock
Abilita offerta
Funziona? 0 0
Testato
84 attivazioni
Codici sconto Shutterstock scaduti – Perché?

Non perderti nemmeno un codice sconto Shutterstock!

Non comunicheremo a terzi il tuo indirizzo
Puoi cancellarti in ogni momento
100% Gratis

Shutterstock e la fotografia microstock

Shutterstock è quello che viene definito un servizio di fotografia “microstock”.

Si tratta di un sito che consente ai fotografi (o in genere a designer, film maker e artisti) di vendere le proprie creazioni digitali a prezzi contenuti (“micro” appunto) guadagnando una percentuale variabile ogni volta che la propria fotografia o illustrazione vengono acquistate e scaricate da qualcuno.

Quale altra faccia della stessa medaglia, il sito consente ad editori, agenzie pubblicitarie, designer o professionisti freelance di accedere ad un’ampia banca dati di immagini di qualità che in genere vengono vendute con una licenza Royalty-free: significa, in parole semplici, che l’immagine viene concessa per essere utilizzata senza limiti e senza dover sostenere ulteriori costi, fatto salvo il rispetto delle clausole previste dalla licenza di vendita stessa.

L’invenzione e il successo della fotografia “microstock” può essere datata al 2001, anno nel quale Bruce Livingstone ha fondato iStockphoto (venduta poi, nel 2006, a Getty Images per circa 50 milioni di dollari). Alcuni siti di fotografia microstock oggi popolari tra i concorrenti di Shutterstock sono ad esempio Fotolia, Depositphotos, 123RF.com e Dreamstime.

Shutterstock e la fotografia microstock

Nascita e sviluppo di Shutterstock, da New York al resto del mondo

Tra i pionieri di questo nuovo modello rientra a pieno titolo Shutterstock, fondato nel 2003 da Jon Oringer a New York. L’imprenditore, in realtà, era interessato al tempo a trovare un modo efficace per vendere le proprie fotografie stock: le prime 30 mila foto caricate e rese disponibili su Shutterstock, infatti, erano proprio le sue.

La prima versione del sito introduceva un sistema che permetteva il download e l’uso delle immagini in cambio della sottoscrizione di un abbonamento: modello che, con forse qualche lieve modifica, è utilizzato ancora oggi.

Nel corso degli anni l’offerta del sito è poi stata ulteriormente ampliata offrendo anche icone, illustrazioni e immagini vettoriali, e aprendosi poi anche al mercato dei video (nel 2006) e della musica (nel 2014).

A poco più di quindici anni dalla sua nascita, nel 2015 le foto caricate nella libreria di Shutterstock superano i 55 milioni, con una crescita media di circa 400 mila foto per settimana, e il sito è disponibile in 20 lingue per raggiungere i mercati di tutto il mondo.

Come funziona il servizio offerto da Shutterstock

Come spiegato nell’introduzione, Shutterstock presenta due versioni del proprio sito: una dedicata a chi è alla ricerca di immagini e materiali da utilizzare e l’altra per i collaboratori, gli artisti cioè che vendono le proprie opere attraverso il sito.

Per utilizzare il servizio offerto da Shutterstock ed iniziare a scaricare foto, immagini vettoriali, video e musica da utilizzare in uno dei nostri progetti multimediali è necessario per prima cosa sottoscrivere un abbonamento. Le opzioni tra le quali è possibile scegliere sono numerose e vengono divise nei piani Base, Professionale e Licenza Estesa.

Per andare incontro alle varie esigenze dei vari soggetti interessati, ognuno dei piani è personalizzabile decidendo il tipo di file a cui si è interessati (ad esempio solo JPEG oppure TIFF e JPG) e il numero di download che si desiderano acquistare, così come, per gli abbonamenti fissi, la durata che deve avere l’abbonamento, da un mese a un anno.

Una volta avvenuta la registrazione è possibile esplorare il catalogo di fotografie, illustrazioni, icone e immagini vettoriali alla ricerca dello stile che più si addice al progetto sul quale stiamo lavorando.

Più di 400 mila nuove immagini tra cui scegliere ogni settimana

Una volta effettuata la registrazione ed acquistato un abbonamento, crediti alla mano sarà possibile accedere al sito ed esplorare le immagini in base alla loro categoria, cercando lo scatto perfetto che darà il giusto valore alla nostra storia o al nuovo articolo da pubblicare sul blog, così come al sito che stiamo progettando.

Una volta acquistate le immagini, infatti, è possibile utilizzarle in modo illimitato per ogni tipo di progetto, dalla pubblicità in TV ai film al cinema, passando per libri, riviste o il web.

Tra queste categorie, le più popolari sono:

  • Affari/Finanza
  • Bellezza/Moda
  • Celebrità
  • Cibo e Bevande
  • Illustrazioni/Clip-Art
  • Vettoriali
  • Persone
  • Editoriale
  • Sport/Tempo libero
  • Natura

Shutterstock offre una libreria di oltre 50 milioni di immagini royalty-free

Diventare un collaboratore su Shutterstock

Se siete invece più interessati a vendere le vostre immagini e creazioni piuttosto che acquistare quelle degli altri, potrete utilizzare il servizio di Shutterstock registrandovi come collaboratori.

Questa posizione, tuttavia, non viene assegnata in modo automatico, semplicemente facendone domanda, ma richiede come prima cosa che vengano inviate a Shutterstock dieci fotografie personali, selezionate tra quelle che si vorrebbero vendere. Le foto, valutate in base alla qualità e allo spazio che potrebbero trovare nel sito, sono recensite dagli esperti e gli editor di Shutterstock e, se l’esito è positivo, si verrà in seguito ammessi al programma.

A questo punto sarà possibile iniziare a caricare le proprie fotografie o illustrazioni su Shutterstock, guadagnando una piccola percentuale per ogni download conseguito.

Anche in questo caso, però, le immagini saranno riviste manualmente una per una, in modo da garantire alla base di clienti Shutterstocl l’accesso alla più alta qualità possibile delle immagini offerte.

Shutterstock e Shutterstock Contributor: le applicazioni per chi compra e chi vende

Proprio come per il sito Internet, anche le app sviluppate da Shutterstock vanno incontro alle diverse esigenze degli propri utenti, a seconda cioè che questi vogliano utilizzare il marketplace per vendere le proprie fotografie e illustrazioni oppure vogliano accedere al database per acquistarle.

Per accedere alla immagini e alle fotografie del catalogo, esplorarle ed eventualmente scaricarle è possibile utilizzare la app sviluppata per dispositivi iPhone e Android. Oltre a poter accedere al catalogo, con la app è anche possibile ricevere aggiornamenti, suggerimenti e raccomandazioni, oltre che raggruppare le immagini in collezioni personali.

Un’altra applicazione è invece stata creata per chi vende le proprie foto tramite Shutterstock, e vuole quindi gestire il proprio account tenendo sotto controllo i propri dati, le vendite effettuate e le statistiche di riferimento relative al proprio portfolio e profilo, oltre che caricare in modo rapido le proprie creazioni.

La versione di questa app è chiamata Contributor, da collaboratore in inglese, e può essere scaricata gratuitamente dall’App Store o dal Google play Store.

Shutterstockblog

Il blog di Shutterstock, seppure purtroppo esclusivamente in inglese, è ricco di consigli e informazioni utili tanto a chi produce le immagini quanto a chi, dovendo usarle nel proprio progetto, vuole essere sicuro di ottenere il massimo impatto possibile. A questi, poi, si affiancano le notizie e le recensioni delle ultime novità per i fotografi e i creativi in generale.

Tra gli articoli presenti, ad esempio, è interessante leggere le guide su come preparare al meglio le immagini per la loro pubblicazione o su come capire a fondo il tema delle licenze e delle liberatorie. Oppure, da un altro punto di vista, i consigli su come scegliere i colori per rappresentare al meglio il nostro brand oppure su come raccontare una storia nel modo più accattivante e avvincente possibile.

Fotografie di viaggio di grande inpatto su Shutterstock

Modalità di pagamento utilizzabili su Shutterstock

Tutte le carte di credito e di debito maggiormente diffuse a livello internazionale sono accettate come forma di pagamento al momento di sottoscrivere un abbonamento su Shutterstock: Master Card, Visa, American Express, JCB, Diners Club.

Contattando via email il team di supporto Shutterstock, inoltre, diventa anche possibile pagare tramite assegno o bonifico bancario inviando la propria richiesta e le scansioni dei relativi documenti al centro assistenza che provvederà a verificarle.

Servizio assistenza clienti di Shutterstock

Il centro di supporto tecnico di Shutterstock contiene numerose informazioni sull’utilizzo del sito, le licenze disponibili, gli abbonamenti che è possibile sottoscrivere e le informazioni per chi vuole inviare al sito i propri lavori.

Nel caso in cui non doveste trovare la risposta che stavate cercando, è possibile contattare direttamente l’assistenza clienti di Shutterstock attraverso la email, inviando un messaggio con l’apposita live chat oppure chiamando il numero di riferimento relativo al proprio Paese di residenza. Nel caso dell’Italia, il numero verde attraverso cui viene fornito il supporto ai clienti è il +39 800 788 600.

Riscuotere e utilizzare un codice sconto Shutterstock

  1. Cerca su questa pagina il codice sconto Shutterstock. Quando è disponibile controlla le condizioni di uso: potrebbe servire per risparmiare sul download di immagini o magari sulla sottoscrizione di un abbonamento;
  2. Attiva il codice facendo clic su “Riscuoti il codice sconto”, copialo in memoria e poi fai clic su “Visita il negozio” per essere reindirizzato in modo automatico alla versione italiana del sito shutterstock.com;
  3. Per iniziare a scaricare immagini, musica e video da Shutterstock è necessario sottoscrivere un piano di abbonamento. Scegli in base alle tue esigenze il piano più adatto al tuo progetto e fai clic su “Continua” in corrispondenza di questo per iniziare la sottoscrizione;
  4. Crea un account se non ne possiedi già uno registrato in precedenza: basta inserire un nome utente, la tua email e decidere la password e poi fare clic su “Continua”. In alternativa, puoi effettuare l’accesso con l’account di cui disponi selezionando “Login”;
  5. Nella pagina successiva, chiamata sommario dell’ordine, è possibile inserire il codice sconto Shutterstock: fai clic sulla frase “Hai un codice per buono sconto?” per fare apparire un nuovo box nel quale inserire il codice alfanumerico. Scegliendo poi “Applica” il buono sconto sarà utilizzato effettivamente per l’ordine in corso;
  6. Inserisci i dati necessari a seconda della modalità di pagamento che desideri utilizzare e, una volta verificati, fai clic su “Processa ordine” per terminare la procedura;

Riscuotere e utilizzare un codice sconto Shutterstock

Non sono state trovate recensioni per questo negozio
Scrivi tu la prima recensione cliccando qui.

The site does not support this resolution on IE 8